Bitcoin per Hotel

Pagare in  bitcoin é possibile anche negli hotel.

Molti di questi, infatti, da qualche mese hanno iniziato ad accettare pagamenti in moneta virtuale attraverso Bitpay, una piattaforma che converte al criptovaluta in euro e permette di trasferire fondi dal cliente all’hotel con pochi e semplici passaggi.

Cos’è il bitcoin?

Bitcoin è una criptovaluta creata nel 2009 da un anonimo inventore, il quale sviluppò un’idea presentata da lui stesso nel 2008. Con il termine Bitcoin con l’iniziale maiuscola si riferisce alla tecnologia e alla rete, bitcoin con la minuscola si riferisce, invece, alla valuta. Ad oggi un bitcoin viene scambiato con meno di 9 mila euro e circa 11 mila dollari americani. Nel giro di qualche anno un bitcoin potrebbe valere centinaia di miliardi di euro e milioni di dollari.

Carte di credito e contanti sono ormai superati, infatti sembra che il bitcoin sarà la moneta del futuro e per alcuni anche del presente. A convincere alcuni albergatori sono state le richieste di clienti americani, abituati a pagare con la valuta digitale anche le spese quotidiane e sono rimasti sorpresi che questo metodo di pagamento non esistesse ancora in Italia. Per questo motivo gli albergatori si sono attrezzati affinché tutti i clienti potessero scegliere il metodo di pagamento più comodo. Pagare in bitcoin consente di ridurre i tempi delle transazioni, facilitare i pagamenti e accontentare i turisti internazionali. Da qualche tempo, quindi, le criptovalute sono diventate un metodo di pagamento consolidato, anche se non bisogna trascurare alcuni rischi, come una bolla su una criptovaluta.

In ogni modo è un sistema di pagamento sicuramente molto facile da utilizzare e le transazioni sono velocissime. Queste, infatti, sono le ragioni principali che hanno spinto gli albergatori ad intraprendere questa strada. Le transazioni, inoltre, le si può effettuare da un continente all’altro, senza intermediari che rallentano il processo e senza l’aggiunta di commissioni.