Come diventare un Superhost con Airbnb

Come diventare un Superhost

Quando si vuol migliorare il proprio business o chiedere consiglio di solito scegliamo una persona molto competente a cui affidarci, più esperta. Chi, se non, un Superhost? Come diventare un Superhost? Prima di tutto è un Host ambizioso che ha deciso di raggiungere obiettivi più ardui e diventare il riferimento  per la vasta community Host di Airnbnb.

Come diventare un Superhost: quali vantaggi?

I vantaggi per chi diventa SuperHost sono molteplici: dall’aumento dei guadagni diretti, alla accresciuta visibilità, alla gestione dei clienti e la comunicazioni con essi.

Nello specifico ricevere la qualifica di Superhost da la possibilità di:

  • Aumento  di fiducia e visibilità  per gli ospiti si traducono in un significativo aumento  dei guadagni;
  • Aumento di visibilità :il badge attirerà nuovi e potenziali ospiti perché sarà un chiaro indicatore di professionalità ed esperienza;
  • Ottenere bonus e incentivi: il bonus in entrata per un nuovo Host  è del 20% in più. Se per quattro volte si riesce a ottenere lo status si ha diritto ad un bonus viaggio.

Come si ottiene lo Stato di Superhost?

Niente di più semplice, come si è discusso in dettaglio su quali sono i requisiti per diventare Superhost, Airbnb procede a valutazione periodica, 4 volte in un anno. Per avere una valutazione positiva, gli obiettivi da portare avanti sono:

  • Ricevere delle recensioni positive mantenendo una media complessiva di 4,8 calcolata su quelle dell’anno precedente;
  • Essere molto reattivi e rispondere nelle 24 ore per il 90% dei messaggi derivanti dalle  potenziali prenotazioni;
  • Eludere le cancellazioni: le cancellazioni vanno ridotte fino 1%,ad esempio su 100 prenotazione annuali vuol dire 0 disdette, ma ci sono delle eccezioni regolamentate circostanze attenuanti;
  • Aver ospitato almeno 10 soggiorni oppure per almeno 3 soggiorni per un totale di 100 notti.

Airbnb verifica periodicamente che siano soddisfatti questi criteri. Per 4 volte nell’arco di 365 giorni dall’inizio attività lavorativa si potrà ottenere il badge, ossia la qualifica di Superhost.

L’asso nella manica per un host è il continuo confronto con la community degli esperti e l’empatia verso i propri clienti. Capire e anticipare i propri ospiti, necessità ed esigenze, renderanno il soggiorno molto più gradevole. Il successo potrebbe essere proprio dietro l’angolo, o meglio la prossima prenotazione.

Quali sono i requisiti per diventare Superhost?

Articolo precedenteI 5 Migliori Software per Hotel
Articolo successivoGreen pass e hotel
Content writer per Direzione Hotel Laureata in Valutazione e Controllo Ambientale presso Università degli Studi di Salerno. Sono una persona dinamica, molto curiosa e creativa. La dimensione che sento più vicina a me è multipotentialite.