Contributo a fondo perduto Basilicata

Bando erogazione voucher alle imprese
Bando erogazione voucher alle imprese

Contributo a fondo perduto Basilicata

E’ stato indetto un bando per contributo a fondo perduto nella regione Basilicata per la ripresa in sicurezza delle attività del settore turistico, in particolare, delle strutture ricettive.

Le strutture del settore turistico, sono state duramente colpite dall’emergenza sanitaria da Covid-19, subendo gravi danni economici, per cui, la Basilicata ha previsto un contributo a fondo perduto per la ripresa delle attività.

Oltre ai danni subiti per le cancellazioni e la restituzione delle anticipazioni ai clienti, gli albergatori hanno dovuto investire per la messa in sicurezza della propria struttura, in un periodo di carenza di liquidità.

Tali investimenti hanno visto, non solo la tutela del personale e degli ospiti, ma anche il rilancio della propria attività.

I beneficiari dell’Avviso Pubblico emanato dalla regione, saranno le strutture operanti in Basilicata già dal 2019, e seguiranno quattro tipologie.

La tipologia A riguarda le strutture ricettive alberghiere, gli alberghi, i motel, i villaggi-albergo, le residenze turistico-alberghiere. Riguarda, inoltre, strutture extralberghiere, ostelli, rifugi escursionistici, affittacamere, case e appartamenti vacanza, agriturismi, bed & breakfast, campeggi e aree di sosta temporanee.

La tipologia B riguarda gli stabilimenti balneari, al netto di quelli gestiti direttamente dalle strutture ricettive.

La tipologia C riguarda, invece, agenzie di Viaggio e Turismo e Tour Operator.

Infine, la tipologia D riguarda il ramo della ristorazione con somministrazione.

L’importo complessivo stanziato è pari a 23.000.000 di euro.

Il contributo concesso può variare da 2.000 euro fino ad un massimo di 110.000 euro secondo diverse modalità.

Contributo a fondo perduto Basilicata: modalità

Contributi Basilicata
Contributi Basilicata

La prima modalità prevede che il contributo sia pari al 20% di 1/4 dell’importo del volume di affari/ricavi/componenti positivi complessivo nell’anno 2019, per importi fino a 600.000 euro per strutture ricettive e ristoranti. Il contributo non potrà superare i 15.000 euro, né essere inferiore a 2.000 euro.

La seconda modalità prevede che il contributo sia pari a 20.000,00 euro per le imprese con volume di affari/ricavi/componenti positivi complessivo nell’anno 2019 per importi dai 600.000 euro a 1.000.000 di euro, per strutture ricettive e balneari. Per strutture con un importo superiore a 1.000.000 e fino a 1.500.000 euro, il contributo sarà pari a 30.000,00 euro.

Per le strutture ricettive e balneari con importi dai 1.500.000 euro a 2.500.000 euro, il contributo sarà di 40.000,00 euro.

Per importi dai 2.500.000 euro ai 3.000.000 euro che riguardano le strutture ricettive e balneari, il contributo sarà pari a 50.000,00 euro.

Il contributo sarà pari a 60.000,00 euro per strutture ricettive e balneari con importi dai 3.000.000 euro ai 3.500.000 euro.

Per importi di strutture ricettive e balneari dai 3.500.000 euro ai 4.000.000 euro,il contributo sarà pari a 70.000,00 euro.

Il contributo sarà pari a 90.000,00 euro per strutture balneari e ricettive con importi dai 4.000.000 euro ai 5.000.000 euro.

Infine, il contributo sarà pari a 110.000,00 per le imprese con volume di affari/ricavi/componenti positivi complessivo nell’anno 2019, riferito all’esercizio della sola/e struttura/e ricettiva/e/stabilimento/i balneare/i, superiore a 5.000.000 euro.

La domanda potrà essere presentata dal 08/06/2020 al 26/06/2020.