Costi dei fornitori: energia elettrica

    Una corretta fatturazione è l’elemento fondamentale per il funzionamento di un’azienda o una struttura ricettiva, in quanto strettamente collegata al fatto di ricevere il pagamento per la vendita dei tuoi prodotti o servizi o di pagare servizi, come l’energia elettrica. Le fatture sono documenti che testimoniano il rapporto economico tra le due parti, ma spesso capita di commettere alcuni errori, che possono sembrare banali, ma che con il tempo possono portare a conseguenze spiacevoli, soprattutto per la gestione amministrativa dell’attività.

    Per quanto riguarda le strutture ricettive, a volte capita che i costi dei fornitori siano errati. Sai riconoscere gli errori di fatturazione, i costi occulti, le voci inventate e i maggiori addebiti non dovuti?

    Spesso, per esempio, capita di fidarci di un’offerta commerciale, apparentemente vantaggiosa, di un fornitore di energia elettrica. Con l’arrivo della fattura, però, ci rendiamo conto che invece di aver risparmio, c’è un aumento di spesa. Le proposte di vendita dei fornitori solitamente sono esposte con i prezzi dell’energia, ma quasi sempre riportano in piccolo tutta una serie di articoli e condizioni che, ovviamente possono determinare aumenti dei prezzi esposti. Per questo motivo si pensa di avere un prezzo fisso, ma non è così, perché quello è solo il prezzo di partenza sul quale vengono caricati altri costi aggiuntivi. Inoltre spesso capita che in fattura compaiano voci nuove, come gli oneri amministrativi o gli oneri di commercializzazione. Sono costi occulti, che erano inclusi nell’offerta, ma che hanno fatto salire il prezzo complessivo dell’energia.

    È necessario, quindi, prima di firmare un’offerta commerciale, leggere attentamente il documento, compresi i dettagli e le postille in basso. È importante farsi illustrare nel dettaglio tutte le componenti di costo e gli oneri aggiuntivi, in modo da evitare che alla fine del mese ci siano brutte sorprese.

    Conoscere i costi sostenuti è importante. Ma sappiamo leggere le fatture? Riusciamo a comprendere e valutare ogni voce? Un modo c’è consulta i fornitori