Covid free area negli hotel e test gratuiti

Covid free area negli hotel e test gratuiti
Covid free area negli hotel e test gratuiti

Covid free area negli hotel e test gratuiti

Covid-free area negli hotel e test gratuiti agli ospiti, così riparte la provincia autonoma di Bolzano, in totale sicurezza e nel rispetto delle nuove misure anti-contagio.

In un’intervista radiofonica, Arno Kompatscher, presidente della provincia autonoma di Bolzano, ha dichiarato di voler offrire ai turisti test gratuiti.
Inoltre, per gli alberghi, sono previste delle Covid-free area, alle quali è possibile accedere solo se si è testati. Si tratta di un’offerta, non di un obbligo.

E’ in questo modo che, dopo due mesi di lock down, la “porta delle Dolomiti” ha deciso di ripartire dimostrando un forte senso di accoglienza e un’ottima ricettività.

Le strutture ricettive di Bolzano, hanno applicato tutte le norme anti-contagio per poter ripartire, garantendo ai propri ospiti tranquillità e sicurezza.

Covid free area e test gratuiti
Covid free area e test gratuiti

Alcuni hotel, inoltre, hanno introdotto degli accorgimenti per “coccolare” gli utenti. Ad esempio è stata offerta la possibilità di consumare la prima colazione nella privacy della propria camera senza costi aggiuntivi di room service, oppure scegliere le terrazza con servizio al tavolo. Questo procedimento è stato esteso anche alla cena.

Per il benessere fisico degli ospiti, alcune strutture hanno esteso gli orari di apertura della sala fitness.

Per quanto riguarda le condizioni di cancellazione, invece, sono diventate meno restrittive: anziché disdire fino a 3 giorni dall’arrivo si potrà cancellare la prenotazione senza penale fino alle ore 18 del giorno prima.

Inoltre, all’arrivo ogni ospite trova in camera un piccolo set di cortesia contenente una mascherina monouso e un flaconcino di gel disinfettante per le mani e per una maggiore sicurezza e pulizia, ogni camera viene igienizzata con vapore a 240° gradi prima di far soggiornare l’ospite successivo.

Infine, è stato attivato un servizio di delivery per coloro che vogliono degustare prodotti locali.

Tali accorgimenti, hanno permesso un incremento delle prenotazioni, in un periodo così difficile ed incerto.