Preautorizzazione: cos’è?

L’avvento delle prenotazioni online ha cambiato il modo di gestire le vendite . Qual’è il modo migliore per evitare disagi in caso di carte non valide o con credito insufficiente? La preautorizzazione riduce il rischio!

Cos’è la preautorizzazione?

Si tratta di un blocco temporaneo di un importo specifico su una carta di credito. Senza che venga effettuato nessun movimento bancario. L’autorizzazione viene rilasciata dalla banca o dal gestore del circuito di carte di credito. La preautorizzazione permette di verificare, in fase di prenotazione, la copertura economica della carta di credito del cliente. Se la disponibilità viene garantita, la prenotazione può ritenersi confermata. Solitamente si pre-autorizza da venti giorni prima dell’arrivo fino al giorno stesso. Anticipare di molto questa procedura non servirebbe a niente, in quanto potrebbe succedere che nel momento in cui arrivi il cliente in albergo, la carta sia senza fondi.

Quanto e quando Preautorizzare?

Per quanto riguarda l’importo della pre-autorizzazione, la somma viene decisa dall’albergatore. Solitamente corrisponde alla penale in caso di cancellazione.  In molti paesi viene bloccato un importo superiore al costo del soggiorno, in modo che ci si possa tutelare da eventuali danni.

Al termine del soggiorno è possibile incassare l’intera quota con la modalità di pagamento concordata all’inizio. Se il cliente paga con la stessa carta di credito della preautorizzazione, basta incassare la somma del soggiorno. La procedura è semplice. Utilizzando il pos, si inserisco i dati indicati sulla ricevuta di preautorizzazione e si procede alla chiusura (ovvero l’incasso). Se la modalità di pagamento preferita fosse diversa, quindi con assegno o in contanti, si procede con lo storno dell’importo della pre-autorizzazione. Ricordiamo che al cliente vanno consegnate le copie degli scontrini di pre-autorizzazione di storno. Affinchè il cliente possa usufruire della somma bloccata, sono necessarie circa 72 ore.

Preautorizzazione negata?

Se la preautorizzazione viene negata bisogna comunicare che la carta non permette di bloccare l’importo scelto, e attendere che il cliente ricarichi la carta in oggetto o fornisca un nuovo numero di carta di credito.

Seguendo questa procedura di preautorizzazione, l’albergatore ha modo di verificare prima dell’arrivo del cliente che la carta abbia la disponibilità necessaria in caso di cancellazioni. Di conseguenza si ha un modo legale di garantire la prenotazione effettuata.Sei alla ricerca di un POS senza commissioni ? Scopri quali