Processo di pulizia Airbnb

6 aggiornamenti sugli annunci di Airbnb
6 aggiornamenti sugli annunci di Airbnb

Processo di pulizia Airbnb

Abbiamo parlato, in questi giorni, dei nuovi standard di pulizia e come spiegarli agli ospiti, oggi vediamo il processo di pulizia di Airbnb in 5 fasi.

In questo periodo di Covid-19, la pulizia è diventata molto importante, soprattutto per le strutture ricettive che vedono coinvolte altre persone tra personale e utenti ospitati.

Per questo motivo Airbnb, in collaborazione con gli esperti, ha adottato un nuovo processo di pulizia per gli host.

Questo protocollo è stato suddiviso in 5 fasi: preparazione, pulizia, igienizzazione, controllo e riassetto.

Per la prima fase è importante trovare i prodotti adatti al tipo di pulizia che si vuole operare e che siano stati approvati dagli organi competenti.

E’ consigliabile leggere sempre le etichette dei prodotti per verificarne i principi e l’utilizzo.

Inoltre, è bene lavarsi le mani per almeno 20 secondi oppure utilizzare un gel che contenga almeno il 60% di alcol per igienizzare.

Si consiglia di indossare sempre dispositivi di protezione individuale come guanti, mascherine, grambiuli ecc.

Prima di iniziare con la pulizia, è bene far arieggiare la camera e staccare tutte le spine.

Per quanto riguarda la seconda fase, bisogna rimuovere polvere e sporcizia. Innanzitutto bisogna detergere le superfici e portare fuori l’immondizia.

Poi si consiglia di lavare tutta la biancheria alla temperatura massima consigliata dal produttore, evitando di scuoterla. E’ bene cambiare i guanti prima di maneggiare la biancheria pulita.

Successivamente si consiglia di svuotare la lavastoviglie e di lavare tutti i piatti, anche quelli nella credenza, per un maggiore grado di pulizia e di portar via le stoviglie dalle camere.

Inoltre, bisogna spolverare dall’alto verso il basso, assicurandosi di non lasciare tracce ed utilizzare l’aspirapolvere per pavimenti, moquette e tappeti.

E’ bene pulire tutte le superfici con acqua e sapone, cominciando dall’angolo interno della stanza, andando verso l’ingresso e smaltendo la sporcizia in un lavandino che non è stato ancora pulito.

Per quanto riguarda le superfici morbide, si consiglia di seguire le istruzioni del produttore.

Durante la pulizia si consiglia di non toccarsi il viso.

Processo di pulizia Airbnb: le fasi da seguire

5 fasi per la pulizia Airbnb
5 fasi per la pulizia Airbnb

Nella terza fase occorre igienizzare con il disinfettante. In questa fase è importante igienizzare tutte le superfici di maggior contatto come pomelli di porte e interruttori di luci.

E’ consigliabile, dopo aver pulito le superfici, applicare del disinfettante e lasciarlo agire per il tempo specificato.

Durante la quarta fase, che è quella di controllo, è bene seguire la checklist stanza per stanza assicurandosi di aver pulito tutte le superfici ad alto contatto e annotando eventuali elementi mancanti o problemi di manutenzione.

Infine, nell’ultima fase, bisogna rassettare la stanza. Bisogna smaltire e lavare i prodotti utilizzati per la pulizia, svuotare ed igienizzare l’aspirapolvere dopo ogni utilizzo.

Inoltre, bisogna disfarsi dei dispositivi di protezione ed assicurarsi di indossare un nuovo paio di guanti ad ogni stanza.

Infine, è consigliabile igienizzare le mani e controllare che ogni stanza sia pronta per accogliere ospiti. E’ bene mettere a disposizione degli utenti i prodotti per la pulizia e fare quindi rifornimento.

Gli host che si impegnano a seguire questo protocollo, possono ottenere un contrassegno speciale sui propri annunci.

Gli host con una valutazione media per la pulizia inferiore a 4 stelle, invece, possono aderire al protocollo, ma non otterranno il contrassegno speciale sul loro annuncio fino a quando non dimostreranno un miglioramento, il che significa ottenere almeno 3 nuove recensioni con una valutazione media per la pulizia di 4,75.