Ristoranti e Coronavirus: Delivery

Ristoranti e Coronavirus: Delivery

Quale azione si può svolgere per far fronte alla situazione attuale?

L’emergenza Coronavirus ha investito da subito Ristoranti, Bar, Gastronomie e Pizzerie. L’obbligo di rimanere in casa per tutti, le stringenti misure di sicurezza imposte ai ristoratori e le difficoltà a rimanere operativi a costi sostenibili rischiano di mettere in ginocchio uno dei settori trainanti dell’economia italiana.  

Come fronteggiare questo momento critico senza essere costretti a chiudere? Ristoranti e Coronavirus: Delivery

La consegna a domicilio, diretta o con App di Food Delivery, (ovviamente soltanto nei casi in cui è ancora autorizzata) può rivelarsi uno strumento strategico perché contribuisce a sostenere l’economia del ristorante, valorizzando anche la sua funzione di servizio alle persone obbligate alla quarantena.  

Ecco allora alcuni consigli per gestire al meglio il canale di Delivery durante l’emergenza Covid-19: 

  • Concentratevi sul processo organizzativo, impostando procedure di produzione precise e sicure per i vostri dipendenti (come previsto dai DPCM in corso) che li facciano lavorare in sicurezza e anche in maggiore serenità. 
  • Controllate che il ciclo produttivo delle pietanze da asporto sia privo di rischi di contaminazione da Coronavirus. Garantire ai vostri clienti che il cibo che riceveranno a casa è completamente sanificato non è solo un dovere, ma anche un’opportunità per mostrare agli utenti la vostra serietà e quanto avete a cuore la loro salute in questo momento di emergenza sanitaria. 
  • Impostate cicli di produzione brevi (o almeno ridotti rispetto al solito) per limitare il rischio di contagio in cucina e manipolare il meno possibile le materie prime destinate al sevizio di delivery. 
  • Modificate il Menu in base alle materie prime di cui riuscite ad approvvigionarvi con continuità, preferendo fornitori di prossimità o a Km0. 
Ristoranti e Coronavirus: Delivery
  • Preferite ricette compatibili con tempi ridotti di lavorazione. Sarà un bene per tutti: la qualità dei piatti rimarrà alta e diminuiranno i rischi. 
  • Valorizzate piatti con un buon rapporto prezzo/margine di guadagno. Questo è il vostro principale flusso economico garantito di breve termine e quindi è fondamentale sfruttarlo al meglio. Ci sarà tempo per allargare nuovamente la gamma quando riprenderete l’attività di sala. 
  • Rimanete in contatto con i vostri clienti aprendo canali di ascolto e interazione (anche chat-bot potrebbero essere di supporto) , tenendovi pronti a modificare la vostra proposta sulla base delle esigenze che potranno emergere durante l’emergenza (o anche dopo). 

Anche se potrà sembrarvi complicato (e anche un po’ strano) apportare innovazioni alla vostra attività di impresa in un periodo di pandemia globale, sappiate che è una necessaria strategia di sopravvivenza. Sarà anche un’occasione utile per eliminare un po’ di zavorra e farsi trovare pronti a cogliere le opportunità che si presenteranno quando questa emergenza sarà finita.